• TSU mutuo tasso fisso: 7,1875% - tasso variabile: 6,8500%
  • TSU leasing immobiliare tasso fisso: 8,6000% - tasso variabile:7,8875%
  • TSU aperture di credito oltre 5.000: 14,6750%
  • TSU anticipi e sconti oltre 200.000: 7,9500%
  • TSU scoperti oltre 1.500: 22,2125%
  • Tasso BCE 0,00%
  • Tasso legale dal 01/01/2018: 0,3%

Fascia MCC





Cos'è

La scheda MCC implementata dagli analisti del Centro Studi Alma Iura consente di conoscere la possibilità di essere ammessi al Fondo di Garanzia per le PMI, gestito dal Medio Credito Centrale.
Il Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese (legge 662/96) permette alle imprese e ai professionisti che hanno difficoltà ad accedere al credito bancario di ottenere una garanzia dallo Stato Italiano e dall’Unione Europea, in mancanza di altre garanzie. La garanzia pubblica di ultima istanza, che varia dal 30% all’80% dell’importo finanziato, in pratica, sostituisce le costose garanzie normalmente richieste per ottenere un finanziamento, a condizione che quest’ultimo sia direttamente finalizzato all’attività d’impresa.
La garanzia di primo grado, escutibile a prima richiesta, arriva fino a un massimo dell’80% e con un tetto di €2.500.000 e non richiede una delibera di finanziamento bancaria preventiva. La garanzia ha una ponderazione nulla per la Banca e, quindi, senza impatti sul suo patrimonio, ovverosia azzera l’assorbimento di capitale per i soggetti finanziatori sulla quota di finanziamento garantita.



A chi si rivolge

Possono essere garantiti i soggetti appartenenti a qualsiasi settore con l’eccezione dell’industria automobilistica, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dell’industria carboniera, della siderurgia e delle attività finanziarie. Nel settore dei trasporti sono ammissibili solo le imprese che effettuano trasporto merci su strada. Le imprese agricole possono utilizzare soltanto la controgaranzia rivolgendosi ad un confidi che opera nei settori agricolo, agroalimentare e della pesca.



I punti di forza

I punti di forza della scheda MCC sono:

  • OGGETTIVITÀ: La scheda MCC utilizza i dati di bilancio dell’impresa e si attiene alle disposizioni operative dettate dal Fondo di Garanzia stesso (legge 662/96).
  • VELOCITÀ di ASSEGNAZIONE: L’assegnazione della fascia di appartenenza per l’ammissibilità al fondo viene elaborata dagli analisti in 24/48 ore dalla ricezione della richiesta.
  • ESITO IMMEDIATO: La valutazione preventiva della fascia MCC consente all’impresa di conoscere immediatamente la fascia di appartenenza per l’ammissione al Fondo di Garanzia, senza necessità di rivolgersi, per tale valutazione, a una Banca, a un Confidi o ad una società all’uopo deputata.


Le fasce di valutazione

La valutazione del merito creditizio per la determinazione dell’ammissibilità al Fondo di Garanzia ha per oggetto i dati di bilancio (o le dichiarazioni fiscali) degli ultimi due esercizi e consiste nel calcolo di alcuni dei principali indicatori economico-finanziari dell’impresa. Tali indicatori concorrono a formare un punteggio in ciascuno dei due esercizi, al quale a sua volta corrisponde un determinato livello.
La certificazione del merito di credito tiene conto dell’inserimento dell’impresa beneficiaria in una delle tre fasce di valutazione (Fascia 1, Fascia 2 e Fascia 3) che è ottenuta tramite la combinazione dei due livelli assegnati all’impresa, secondo quanto dettato dalle disposizioni operative del Fondo.

La scheda MCC contiene, quindi, oltre che i principali indici di bilancio dell’impresa e gli indici utilizzati per il calcolo del suo punteggio, l’esito della procedura di assegnazione della fascia di appartenenza per la valutazione dell’ammissibilità al Fondo di Garanzia.



Le tre fasce di valutazione secondo cui vengono classificate le imprese sono:

  • Fascia I: proposta positiva al Comitato che dovrà decidere l’ammissione al Fondo;
  • Fascia II: valutazione caso per caso da parte del Comitato che provvederà ad analizzare anche altri parametri;
  • Fascia III: proposta negativa al Comitato.

Le imprese che rientrano in fascia III, quindi, non sono ammesse all’intervento del Fondo.





Desideri maggiori informazioni su questo servizio?
Contattaci scrivendo a info@almaiura.it